IMMOBILIARE USA: SCENDONO I PREZZI

27 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Tra il 2006 e il 2007 i prezzi delle abitazioni nelle 20 maggiori citta’ americane hanno registrato il piu’ elevato tasso di deprezzamento degli ultimi 16 anni. Su base annuale il prezzo medio degli immobili e’ diminuito del 2.7%, segnando il maggiore calo dal settembre 1991.

E’ quanto riportato dallo Standard & Poor’s Case-Shiller home price index, un indicatore che tiene conto del numero complessivo delle vendite della stessa proprieta’, a differenza di quanto avviene nel calcolo del prezzo medio monitorato dall’Associazione Nazionale degli Immobiliaristi.

L’indice e’ attivo dal 1987 ed inizialmente era limitato alle 10 piu’ grandi citta’ statunitensi; dal 2001 il numero complessivo di centri residenziali considerati nello studio e’ stato portato a 20.

Basta con le chiacchiere. Pensa a guadagnare: hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Nell’ultimo anno si e’ assisitito ad un calo dei prezzi delle abitazioni in 14 delle 20 citta’ sotto osservazione. A guidare i ribassi e’ Detroit (-9.3%); seguono San Diego (-6.7%) e Washington (-5.7%). Seattle ha registrato il maggiore apprezzamento con +9.6%.

A Miami, dove lo scorso anno si e’ registrato un considerevole apprezzamento degli immobili pari a +25%, negli ultimi 12 mesi si e’ assistito ad un calo dell’1%, il primo dell’ultimo ciclo.

Per Robert Shiller, chief economist di MacroMarkets LLC e co-creatore dell’indice, “non esistono regioni immuni al fenomeno dell’indebolimento dei prezzi”. Con buona pace di quanti sperano nella stabilizzazione del comparto. E senza contare gli effetti potenziali sul mercato dei mutui immobiliari subprime (su questo tema, guarda l’ultimo video di Wall Street Italia).

(leggere anche sul Forum di WSI il topic aspettando il crollo immobiliare)

Dettagli dell’indice Case-Shiller

• Atlanta: +0.8% in Aprile, +2.1% su base annuale

• Boston: +0.6% in Aprile, -4.5% su base annuale

• Charlotte: +1.2% in Aprile, +7% su base annuale

• Chicago: -0.7% in Aprile, +0.2% su base annuale

• Cleveland: -0.2% in Aprile, -2.8% su base annuale

• Dallas: +1.3% in Aprile, +2% su base annuale

• Denver: +0.5% in Aprile, -1.8% su base annuale

• Detroit: -2.5% in Aprile, -9.3% su base annuale

• Las Vegas: -0.8% in Aprile, -3% su base annuale

• Los Angeles: -0.5% in Aprile, -2.6% su base annuale

• Miami: -1.2% in Aprile, -1% su base annuale

• Minneapolis: -0.5% in Aprile, -2.9% su base annuale

• New York: -0.2% in Aprile, -1.5% su base annuale

• Phoenix: -0.8% in Aprile, -4.5% su base annuale

• Portland: +1% in Aprile, +6.4% su base annuale

• San Diego: -0.3% in Aprile, -6.7% su base annuale

• San Francisco: +0.2% in Aprile, -2.8% su base annuale

• Seattle: +1.3% in Aprile, +9.6% su base annuale

• Tampa: -1.1% in Aprile, -5% su base annuale

• Washington: -0.5% in Aprile, -5.7% su base annuale