Immobiliare: prezzi in rialzo +4.61%

27 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

In maggio il rapporto Standard & Poor’s/Case Shiller, l’indicatore che monitora il prezzo medio degli immobili nelle 20 maggiori citta’ statunitensi, ha registrato un incremento del 4.61%. Rivisto il dato di aprile: l’aumento comunicato del 3.81% (il maggiore da settembre 2006) va aumentato di un +0.6%.

I prezzi si sono confermati in territorio positivo per la quarta volta consecutiva dopo tre anni di segno meno. Il progresso del 4.61% e’ superiore a quello previsto dagli analisti (+4%).

Su base mensile il rialzo e’ stato dell’1.3% dopo il +0.9% di aprile, rivisto all’insu’ dello 0.1%. Si tratta del secondo incremento dopo sette mesi di ribassi. Le cifre sono da considerare come un segnale promettente per il mercato immobiliare, che gli ultimi dati avevano fatto temere non fosse piu’ in fase di stabilizzazione.

In generale, i prezzi sono aumentate in 19 su 20 aree metropolitane. “Sebbene i risultati di maggio sembrini positivi, uno sguardo generalizzato ai livelli dei prezzi non suggerisce che il mercato immobiliare si trovi in una qualche forma di ripresa”, ha detto David M. Blitzer, presidente della divisione di S&P che si occupa dell’indice in questione.