Immobiliare italiano: domanda più forte, ma prezzi sempre giù

22 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Timidi segnali di ripresa per mattone italiano. Secondo l’Osservatorio immobiliare sul mercato residenziale di Casa.it, durante il primo semestre 2015 la domanda di case ha accelerato rispetto alla fine del 2014, registrando da gennaio a oggi un incremento del 4,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e del 12,6% rispetto al primo semestre 2013.

In accelerazione anche gli ultimi mesi dell’anno. Le stime prevedono, a questo proposito, che per la fine del 2015 il mercato segnerà un ulteriore incremento della domanda di almeno 10 punti percentuali.

Analoga la situazione sul fronte dell’offerta: l’aumento delle case in vendita a livello nazionale è stato da inizio anno pari a circa 7 punti percentuali. Ciò si deve in gran parte alla bassa dinamicità del mercato a seguito di tempi di vendita ancora superiori agli 8 mesi in media.

Il rialzo della domanda finora non ha tuttavia ancora lasciato il segno sui i prezzi, che nel primo semestre 2015, ha segnato un decremento del 5,2%. Il Key Market Price, ovvero il prezzo ideale che avvicina al meglio la domanda e l’offerta, ha registrato un calo dell’8,5% rispetto a giugno 2014. (mt)