Il Vecchio Continente ripiomba nel baratro

8 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Vecchio Continente ripiomba nel baratro dopo un avvio in frazionale rialzo. I listini continentali si aggirano intorno ai minimi di giornata. Sul mercato valutario l’euro resiste nei confronti del biglietto verde. Il cambio tra la moneta unica ed il dollaro si attesta a 1,193 in salita dello 0,11%. La moneta unica viene è stata rassicurata dalle parole del presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke che ha dichiarato che i capi di governo europei sono concentrati per la salvaguardia della moneta di Eurolandia e che hanno risorse finanziarie tali da supportare le problematiche dei paesi membri più con debiti più importanti. Bruxelles scivola dell’1,07% a 2386,2 punti, Zurigo cede lo 0,83% a 6238,94 punti, Parigi mostra un ribasso dell’ 1,43% a 3364,9 punti ed Amsterdam arretra dell’1,37% a 313,2 punti. Segno meno anche per Francoforte -1,19% a 5834,67 punti, Londra -1,21% a 5007,66 punti e Madrid -1,86% a quota 8631,3.