IL TERRORE SERPEGGIA SU INTERNET

11 Giugno 2004, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Questa e’ la traduzione italiana di una email che circola su internet.

“Salve a tutti, spero che stiate bene. Il motivo per cui spedisco questa email di massa e’ per via di qualcosa che e’ stato portato alla mia attenzione l’altro giorno e che penso debba essere riferito a piu’ gente possibile, in caso poi si realizzi.

Uno dei miei colleghi ha un buon amico di famiglia che lavora in municipio. Questo amico ha chiamato al telefono il mio collega per raccontargli di alcune informazioni di intelligence al livello dell’amministrazione su un possibile attacco terroristico in citta’ (probabilmente nel subway) pianificato per questo venerdi’; e gli ha consigliato di non prendere la metro se possibile.

Gli ha poi detto che l’amministrazione cittadina ha ordinato altri 2-3 mila sacchi di plastica per cadaveri. Bene, dovete prendere quel che vi dico con un grano di sale, perche’ sono sicuro che loro ricevono moltissime di queste informazioni che poi si risolvono in nulla.

Comunque c’e’ qualche coincidenza questo venerdi’ che sembra accrescere le probabilita’ piu’ del solito. I terroristi attaccarono il WTC l’11/9. Hanno attaccato i treni in Spagna l’11/3. Questo venerdi’ e’ l’11/6. Se significa qualcosa oppure niente, chi lo sa. Quel che mi preoccupa davvero pero’ e’ che, all’improvviso, quasi tutto e’ chiuso, venerdi’ per via della morte di Reagan. La borsa, le banche, la posta, tutti i palazzi degli uffici federali sono chiusi. Ovviamente la morte di Reagan non era pianificata, ma il fatto che abbiano scelto venerdi’ per tutte queste grandi celebrazioni mi colpisce come qualcosa di piu’ di una concidenza (meno gente che va al lavoro = meno gente nel subway).

La domanda che mi e’ stata fatta di piu’ quando ho raccontato questo episodio e’ perche’ non vanno in TV per allertare la popolazione. Bene io penso che la risposta e’ molto semplice… non possono. Provocherebbero isteria di massa e la citta’ andrebbe fuori controllo. Prendete quest’informazione e fatene l’uso che volete. Io ho soltanto sentito il bisogno di dirlo a piu’ gente possibile. Dio non voglia che se qualcosa accade questo venerdi’ e qualcuno che conosco viene ferito o muore e avrebbe potuto essere avvertito e non lo e’ stato, ebbene sarebbe una pillola molto amara per me da ingoiare. Spero che tutto cio’ sia un bufala e che nulla accada questo venerdi’ e in nessun altro giorno. Una cosa pero’ e’ certa, se devo andare al lavoro venerdi’ prendero’ un taxi”.

Il testo del messaggio termina qui. La polizia di New York ha smentito il rumor, che cicola tramite email di massa, identificandolo nello stesso tempo come “un virus da computer”:

THE NEW YORK CITY POLICE DEPARTMENT HAS RECEIVED NO CREDIBLE THREAT INFORMATION CONCERNING A WIDELY-CIRCULATED EMAIL MESSAGE THAT DISCUSSES A PURPORTED SUBWAY ATTACK ALLEGEDLY PLANNED FOR FRIDAY, JUNE 11TH. IN ADDITION, THE EMAIL IS PART OF A COMPUTER VIRUS WHICH ATTACKS THE ADDRESS BOOKS OF ITS RECIPIENTS AND SPREADS BY USING THOSE ADDRESSES. COMPUTER USERS ARE REMINDED NOT TO OPEN MESSAGES OF FROM SUSPECT OR UNFAMILIAR SENDERS.

Sulla smentita della polizia di New York vedere l’articolo in inglese della Reuters
New York Police Say E-Mail on Subway Attack Is Hoax