Il tasso medio che offrono i conti deposito a 12 mesi

25 Ottobre 2019, di Massimiliano Volpe

 

Secondo l’Osservatorio di ConfrontaConti.it  il rendimento netto di un investimento in conti deposito vincolato a 12 mesi si attesta intorno all’1%.
E’ quanto emerge dall’ultimo Osservatorio di ConfrontaConti.it, che analizza le interrogazioni pervenute al portale a partire dalla seconda metà dell’anno e mette a confronto i dati con quelli del semestre e degli anni precedenti.

Nell’ultimo semestre più della metà delle richieste (55,1%) sono state per una durata dell’investimento da 7 a 12 mesi (era 47,5% prima), mentre perdono punti le durate più lunghe, specialmente quella tra i 13 e i 24 mesi (passata da 19,4% a 15,3%). Gli stessi 3 punti in meno sono per le somme dai 20.000 ai 50.000 euro, che segnano il 13,6% (contro il 16,5% precedente).

Inoltre le somme richieste oltre i 50.000 euro passano al 21,0% (dal 24,4%), mentre guadagna oltre 10 punti l’importo tra i 15.000 e i 20.000 euro, con il 46,7% sul totale del campione (era 35,8%).

Secondo ConfrontaConti.it l’investitore in conti deposito ha più di 55 anni (40,5%) ed è del nord Italia (70,6%) il risparmiatore tipo che richiede un conto deposito.
Tuttavia è ormai un prodotto che riscontra favore anche nelle fasce di età minori, dai 41 ai 55 anni (34,8%) e i giovani tra i 26 e i 40 anni (23,3%).
In aumento anche di 2 punti percentuali le richieste al Centro del Paese, passate al 14,5% nel secondo semestre dell’anno.