Il produttore cinese di auto sostenuto da Buffett fa il pieno di utili. Ecco chi è

18 Ottobre 2022, di Mariangela Tessa

Nonostante i venti contrari, il produttore di auto elettriche BYD continua ad accumulare utili. La società sostenuta dalla Berkshire Hathaway di Warren Buffett  ha anticipato per i tre mesi chiusi al 30 settembre, un utile netto tra 5,5 miliardi di yuan e 5,9 miliardi di yuan (da $ 764,5 milioni a $ 820 milioni), con un aumento compreso tra il 333,6% e il 365,11% rispetto al stesso periodo dell’anno scorso. “Nel terzo trimestre del 2022, nonostante la complessa e grave situazione economica, la diffusione della pandemia, le temperature estreme, i prezzi elevati delle materie prime e altri fattori sfavorevoli, l’industria dei veicoli a nuova energia (che comprende veicoli completamente elettrici, ibridi plug-in e veicoli a idrogeno, ndr) ha continuato ad accelerare la sua tendenza al rialzo”, ha dichiarato BYD.

La società partecipata da Buffett ha affermato che il volume delle vendite dei suoi veicoli a nuova energia, che includono le auto elettriche, “ha continuato a raggiungere livelli record” contribuendo ad aumentare la quota di mercato e “conducendo un miglioramento significativo degli utili e alleviando efficacemente la pressione sugli utili causata dall’aumento dei prezzi delle materie prime a monte .” Dall’inizio dell’anno fino a fine settembre, BYD ha venduto 1,18 milioni di veicoli a nuova energia, superando Tesla per poco più di 900.000 consegne. I vari modelli BYD sono tra i veicoli a nuova energia più venduti in Cina, il più grande mercato di auto elettriche al mondo.

Warren Buffett: la quota in BYD

La partecipazione della holding Berkshire Hathaway nel gruppo cinese che produce batterie e auto elettriche, quotato a Hong Kong, è pari all’8,2% del capitale.

Si tratta dell’ottava partecipazione più grande della holding americana per valore di mercato. Più risicata, la partecipazioni nella General Motors, che si attesta al il 3,7%, la quindicesima partecipazione più grande.

Cina leader nella vendite di di veicoli a nuova energia (Nev)

Ricordiamo che, nel 2021, la Cina si è classificata al primo posto a livello globale in termini di vendite di veicoli a nuova energia (Nev) per il settimo anno consecutivo. Le vendite di Nev del Paese sono arrivate a 3,52 milioni di unità l’anno scorso, secondo il ministero dell’Industria e dell’Informatica. Significative anche le esportazioni che hanno registrato una forte performance l’anno scorso con 310.000 unità esportate.

Il boom delle vendite di Nev è venuto dopo il graduale miglioramento delle infrastrutture di supporto nel Paese. Entro la fine del 2021, la Cina ha costruito 75.000 stazioni di ricarica, 2,62 milioni di pali di ricarica e 1.298 stazioni per la sostituzione delle batterie.