Società

IL PRESIDENTE BUSH ASSASSINATO IN TV

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Enormi polemiche in America sia tra i repubblicani che tra i democratici per l’uscita del film “In Death Of A President” (Morte di un Presidente), una pellicola del regista Gabriel Range prodotta per la TV in Gran Bretagna che sara’ presentata alla fine di settembre al Toronto Film Festival. Il soggetto e’ la “Guerra al Terrore” e le sue conseguenze in America e nel mondo.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Coperto parzialmente da un uomo del Servizio Segreto che gli fa invano scudo al momento della drammatica scena, il presidente assassinato e’ George W. Bush, che ha appena parlato a un meeting di Chicago. L’assassino e’ un cecchino che esce dalla folla di una manifestazione anti-guerra, Bush e’ un attore al quale e’ stato sovrapposto digitalmente il volto del Presidente degli Stati Uniti. Ad essere accusato dalle autorita’ sara’ un uomo di origine siriana.

Eric Staal, rappresentante di “Republicans Abroad” di Londra, ha commentato: “Abbiamo visto fin dall’inizio della presidenza Bush gli estremi a cui e’ arrivata la sinistra politica per svilire il presidente. Questo film porta lo svilimento a un nuovo preoccupante livello”.

Un portavoce della Casa Bianca ha detto: “Questa roba non e’ degna nemmeno di un commento”.