Il piano per salvare la Terra dagli asteroidi

31 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Se un pericoloso asteroide entrasse in collisione con la Terra, come nei film catastrofici, cosa succederebbe?

Poniamo di non essere al cinema, ma che invece questa fosse la realtà. Il Business Insider ha provato a studiare le varie ipotesi e ne è venuto fuori che ad oggi la NASA ha un piano, seppur molto costoso.

La missione, perché di missione si tratterebbe, costerebbe intorno al miliardo di dollari, ed è ad oggi in fase di elaborazione, ma pronta ad essere operativa.

Bong Wie, il direttore del Asteroid Deflection Research Center dello Iowa State University, negli Stati Uniti, ha spiegato di cosa si tratta. “In poche parole, un veicolo spaziale verrebbe lanciato nello spazio rilasciando, in seguito, una testata nucleare che colpirebbe l’asteroide prima che questo possa entrare nell’atmosfera terrestre”
Ha poi aggiunto: “Questo veicolo sarebbe composto in due parti, la prima consisterebbe in una navicella spaziale alimentata da energia cinetica progettata per creare un cratere nell’asteroide, l’altra invece conterrebbe gli esplosivi che entrerebbero in funzione una volta a contatto con l’asteroide.
L’obiettivo finale è quello di far esplodere l’asteroide in mille pezzi in modo che questi, una volta a contatto con l’atmosfera terrestre, andrebbero in frantumo”.

Il direttore ha poi concluso: “Il piano sarebbe quello di avere due veicoli sempre pronti, in modo tale da averne uno di riserva qualora il primo lancio fallisse. Un’arma nucleare è l’unica cosa che oggi giorno potrebbe funzionare, tutti gli altri sistemi progettati come i rimorchiatori, i trattori gravitazionali o le vele solari richiederebbero tra i 10 e i 20 anni di progettazione, invece il lancio di un veicolo nello spazio, ha già superato con successo diversi test in volo”.