IL PIANO PER SALVARE FANNIE & FREDDIE ‘E’ UN DISASTRO SENZA APPELLO’

14 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il piano della Fed e del ministero del Tesoro Usa per salvare Fannie Mae e Freddie Mac e’ “un disastro senza appello”, e le due agenzie semi-governative dei mutui sono “praticamente insolventi”. Lo ha detto da Singapore in un’intervista a Bloomberg Television Jim Rogers, uno dei piu’ abili investitori mondiali, ex co-fondatore di Quantum, il primo hedge fund di George Soros.

“Non so dove questi individui trovino l’audacia di prendersi i nostri soldi, dico i soldi dei contribuenti, per comprare azioni in Fannie Mae”, ha detto Rogers, 65 anni, a Bloomberg. “In questo modo andremo al salvataggio di chiunque altro nel mondo. Tutto cio’ rovina i bilanci della Federal Reserve, rende il dollaro ancora piu’ vulnerabile e aumenta l’inflazione”.

Intanto, sempre secondo Bloomberg, l’analista di Goldman Sachs Daniel Zimmerman ha predetto un una nota ai clienti che i titoli dei due colossi para-governativi dei mutui scenderanno di un ulteriore 35%. Freddie Mac quota in questo momento al New York Stock Exchange $7.76 (+0.13%) mentre Fannie Mae e’ prezzata $10.73 (+4.68%): rialzi cosi’ marginali da essere destinati a trasformarsi in ribassi nel corso della seduta.