IL NASDAQ PIAGATO DA MASSICCI ORDINI DI VENDITA

3 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata della sessione di lunedi’, il settore high-tech continua a soffrire forti perdite dopo un crollo del titolo Microsoft (MSFT) in apertura pari al 14%.

Il collasso delle trattative antitrust tra il gigante informatico e il governo Usa ha infatti depresso non solo il titolo, ma anche l’intero clima di contrattazioni nel settore tecnologico. (vedi storia WSI).

Il Dow Jones Industrial Average, l’indice delle blue chip, e’ invece in rialzo grazie ai giadagni dei settori farmaceutico, materie prime, e larga distribuzione.

Il Nasdaq ha chiuso la settimana scorsa con un calo del 7,9%. La flessione di oggi, che a un certo punto ha raggiunto il 5%, lo riporta di fatto in zona di correzione tecnica rispetto ai massimi di quest’anno. Per ”correzione tecnica” normalmente si intende un calo del 10% rispetto ai massimi.

Sul fronte del mercato dei tassi, il rendimento del titolo trentennale del Tesoro Usa, che si muove in direzione opposta al prezzo, e’ in ribasso al 5,83%, rispetto al 5,85% registrato venerdi’ sera a New York.

Un’ondata di vendite ha investito il mercato obbligazionario dei titoli del Tesoro Usa dopo che le ultime cifre del National Association of Purchasing Managers hanno mostrato un aumento dell’inflazione in marzo. (vedi storia WSI).

(verificare INDICI Dow Jones, Nasdaq, S&P 500, Russell 2000 e Wilshire 5000 IN TEMPO REALE in prima pagina).

Tra i maggiori titoli in movimento alla borsa di New York:

Legato Systems (LGTO) naviga in territorio negativo con una perdita di quasi il 52% dopo che la societa’ ha fatto sapere alla Securities and Exchange Commission, l’ente americano di vigilanza sulla borsa, che il rapporto annuale sullo stato finanziario della societa’ sara’ depositato in ritardo. Legato ha scoperto nuove informazioni riguardanti il suo quarto trimestre ed ha chiesto ai suoi revisori di analizzare la questione piu’ a fondo.

Nel settore dei titoli tecnologici, Cisco Systems (CSCO) perde terreno dopo che Judith Estrin, direttore tecnologico del colosso informatico, ha deciso di rassegnare le dimissioni alla fine di aprile per fondare, insieme al marito Bill Carrico, la loro quarta start-up nel settore Internet. Ad meta’ giornata, il titolo (CSCO) perde quasi il 5%.(vedi storia WSI)

In altri settori, Mattel Inc. (MAT) ha incaricato Credit Suisse First Boston di organizzare la vendita della divisione software Learning Co. per la quale potrebbe chiedere da 500 milioni a un miliardo di dollari, un terzo della cifra pagata per la sua acquisizione la scorsa primavera. Secondo il Wall Street Journal,tra i possibili acquirenti vi sono la francese Vivendi, Knowledge Universe, Microsoft (MSFT), Time Warner (TWX) e Infogrames Enterteinment. (vedi storia WSI)

Nel settore medico-sanitario, Deutsche Bank Alex. Brown ha aumentato il rating di Pfizer (PFE), la societa’ diventata famosa con il Viagra, e ne ha raccomandato il titolo ai suoi clienti. La banca d’affari ritiene che il titolo dovrebbe beneficiare della nuova strategia della societa’. Questa mattina la societa’ ha fatto sapere di voler fornire gratuitamente il suo farmaco AIDS in Sud Africa. Il titolo attualmente guadagna piu’ del 3%.

Starbucks (SBUX), la popolare catena americana di coffe-bar, e’ stata vittima di una serie di downgradings. Lehman Brothers e Merrill Lynch ne hanno diminuito la stima ed il titolo ha iniziato a scendere gia’ nel preborsa questa mattina. Attualmente (SBUX) perde piu’ del 9%.

Nel settore informatico, IBM (IBM) ha annunciato oggi il lancio di un nuovo sistema che, consentendo ai microprocessori per computer di girare ad una velocita’ del 30% superiore a quella attuale, permettera’ connessioni Internet piu’ veloci ed un miglioramento nel settore della telefonia mobile. Il titolo (IBM) guadagna attualmente poco piu’ del 2,5%.(vedi storia WSI)

Ma ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York York Stock Exchange (dati delle 12:20) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(PFE) Pfizer Inc 9,366,800 37.750 +1.188 +3.25%;

(AOL) America Online, Inc. 8,761,500 65.063 -2.188 -3.25%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 8,091,100 27.188 +0.438 +1.64%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 7,142,500 22.125 +1.375 +6.63%;

(C) Citigroup Inc. 6,485,400 62.125 +2.250 +3.76%;

(T) AT&T Corp. 5,393,700 58.625 +2.313 +4.11%;

(ONE) BANK ONE CORPORATION 4,993,700 35.813 +1.438 +4.18%;

(WMT) Wal-Mart Stores, Inc. 5,224,200 59.875 +3.375 +5.97%;

(LSI) LSI Logic Corporation 4,845,300 68.500 -4.250 -5.84%;

(SEG) Seagate Technology, Inc. 4,647,000 55.563 -5.938 -9.65%.

Ed ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 12:20) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MSFT) Microsoft Corporation 73,686,800 91.875 -14.375 -13.53%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 28,467,800 74.063 -3.250 -4.20%;

(LGTO) Legato Systems, Inc. 21,956,700 21.563 -23.063 -51.68%;

(ORCL) Oracle Corporation 20,371,600 76.000 -2.063 -2.64%;

(DELL) Dell Computer Corporation 15,091,700 54.000 +0.063 +0.12%;

(INTC) Intel Corporation 13,012,400 128.531 -3.406 -2.58%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 10,640,200 90.563 -3.125 -3.34%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 10,487,900 45.375 +0.063 +0.14%;

(VRTS) VERITAS Software Corporation 9,859,000 119.313 -11.688 -8.92%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 7,832,500 114.844 -5.719 -4.74%.