Il merger con Schering-Plough pesa sui conti di Merck

4 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Utili in caduta per la terza più grande compagnia farmaceurica al mondo Merck. La società statunitense ha riportato nel primo trimestre un utile di 298,8 mln di dollari, pari a 9 cents ad azione, in deciso calo (-79%) rispetto agli 1,43 mld (67 cents ad azione) dello stesso periodo di un anno prima. Sul risultato hanno pesato le operazioni contabili legate alla fusione con la Schering-Plough acquistata nel novembre del 2009 per 41 mld di dollari. Al netto di veri items il risultato sarebbe pari a 83 centesimi ad azione e migliore delle attese degli analisti. Le vendite sono più che raddoppiate a 11,42 mld di dollari rispetto ai precedenti 5,39 mld, battendo il consensus. Per l’intero anno Merck stima un eps adjusted di 3,27-3,41 dollari. Il mercato ha comunque apprezzato i conti della Merck, che brilla tra le trenta blue-chips del Dow Jones con un guadagno del 2,21%.