IL MERCATO DEI BOND REMA CONTRO: GLI INVESTITORI NON CREDONO ALLA RIPRESA

1 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nonostante l’ottimismo del Fondo Monetario Internazionale, che vede una ripresa piu’ rapida del previsto, gli investitori hanno spinto i rendimenti sui titoli di Stato mondiali sui livelli piu’ bassi dallo scorso aprile, stando ai dati di Merrill Lynch riportati da Bloomberg.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

L’indice Global Sovereign Broad Market Plus, che misura l’andamento degli oltre $15 trilioni di bond in circolazione su tutti i mercati, ha guadagnato lo 0.73% questo mese, il maggiore rialzo dal +1.02 segnato in marzo.

Gli investitori del mercato obbligazionario non scommettono dunque su una ripresa economica abbastanza sostenuta che sia tale da alimentare i tassi di interesse sul breve termine, sopratutto in considerazione delle previsioni dell’amministrazione Obama circa il mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione della maggiore economia del mondo in continua crescita e stimato oltre il 10% nel primo trimestre del 2010.

Dopo aver tratto giovamento dal programma del governo battezzato “cash for clunkers” per incentivare l’acquisto di nuove auto, le spese al consumo sono rimaste invariate in luglio, secondo i dati pubblicati dal Dipartimento del Commercio lo scorso 28 agosto.

“Il mercato obbligazionario non crede che assisteremo ad una rapida e robusta crescita dei tassi” sintetizza a Bloomberg Jeffrey Caughron, partner di Baker Group Ltd, aggiungendo che “i consumi peseranno sulla crescita, mantenendo l’inflazione ai minimi e i tassi di interesse su livelli relativamente bassi”.