IL GRUPPO SORIN ANNUNCIA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008: UTILE NETTO A 14,4 MILIONI DI EUR

26 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Sorin Group (MIL:SRN) Ricavi a € 379.5 milioni nel primo semestre 2008, in crescita dello 0.3%°* rispetto all’analogo periodo del 2007; EBIT a € 29,9 milioni nel primo semestre 2008 rispetto ai € -22,1 milioni dello stesso periodo del 2007. Escludendo l’impatto delle poste non ricorrenti, l’EBIT è di € 21,0 milioni, pari al 5,5% dei ricavi, rispetto a € 15,4 milioni nel primo semestre del 2007 (3,8% dei ricavi); Margine EBITDA nel semestre in crescita all’11,4% dei ricavi rispetto al 10,5% nello stesso periodo del 2007; i margini EBIT e EBITDA evidenziano un miglioramento nonostante il significativo impatto sfavorevole dei tassi di cambio; Utile netto nel primo semestre 2008 pari a € 14,4 milioni rispetto a € -36,3 milioni nello stesso periodo del 2007; L’indebitamento netto al 30 giugno 2008 scende a € 270,3 milioni rispetto a € 309,9 milioni al 30 giugno 2007; Confermate le previsioni per l’esercizio 2008. Il Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. riunitosi oggi sotto la Presidenza di Umberto Rosa, ha approvato la Relazione Semestrale al 30 giugno 2008, che conferma i risultati preliminari del secondo trimestre che erano già stati annunciati il 25 luglio scorso. “Il significativo miglioramento nella Posizione Finanziaria Netta e nella redditività è il risultato delle aggressive azioni di riduzione del capitale circolante e della struttura dei costi. Manteniamo un costante impegno all’innovazione nel nostro core business cardiovascolare, continuando a rafforzare la posizione finanziaria della società”, ha affermato l’Amministratore Delegato André-Michel Ballester. Nel Primo Semestre 2008, Sorin Group ha realizzato Ricavi per € 379,5 milioni, in crescita dello 0,3%°* rispetto allo stesso periodo del 2007. L’impatto dei tassi di cambio sui ricavi è stato negativo nel semestre per circa € 15,2 milioni Euro. La Business Unit Cardiopulmonary ha registrato nel semestre un fatturato di € 147,1 milioni, in calo dello 0,9%°* rispetto allo stesso periodo del 2007. Le vendite di Macchine Cuore-Polmone nel semestre ammontano a € 24 milioni, in calo del 9%* rispetto all’analogo periodo del 2007. Il segmento degli Ossigenatori ha contribuito in termini di ricavi per € 94 milioni, in calo dell’1%°* rispetto al primo semestre del 2007. La società ha mantenuto le sue quote di mercato globali in questi segmenti. Il business dell’Autotrasfusione è cresciuto del 5%°* a € 29 milioni, grazie ad una crescente diffusione della terapia da parte dei chirurghi a livello mondiale. Per la seconda parte dell’anno la società prevede che il lancio commerciale delle macchine cuore-polmone S5TM in Giappone e dell’ossigenatore pediatrico Kids D101TM a livello mondiale contribuiranno a consolidare il trend di vendita. La Business Unit Cardiac Rhythm Management (dispositivi impiantabili per la gestione delle patologie del ritmo cardiaco) ha registrato nel semestre ricavi per € 113,8 milioni, stabili* rispetto al primo semestre del 2007. Il fatturato relativo al segmento High Voltage (defibrillatori OvatioTM e CRT-D) è aumentato del 4%* a € 33 milioni, mentre il segmento Low Voltage (pacemaker SymphonyTM e ReplyTM) ha registrato un calo del 3%* nel semestre a € 76 milioni. Nel primo semestre 2008 i ricavi hanno risentito della decisione del management di sospendere le forniture denominate in USD verso Paesi a bassa redditività e di riorganizzare la forza vendita negli Stati Uniti. Le vendite hanno risentito anche del temporaneo cambiamento delle politiche di rimborso adottate in Francia per i pacemaker SymphonyTM. La Società prevede una crescita dei ricavi nel corso della seconda metà dell’anno in considerazione del lancio commerciale di OvatioTM CRT-D negli Stati Uniti, della nuova generazione di dispositivi CRT-D in Europa, di ReplyTM in Giappone e negli Stati Uniti e dell’estensione di migliori politiche di rimborso per i suoi pacemaker in Francia. La Business Unit Heart Valves (che include le valvole meccaniche e biologiche, così come i prodotti per la riparazione valvolare) presenta ricavi pari a € 53,6 milioni, in crescita del 7,0%*. I ricavi del segmento delle valvole cardiache biologiche sono cresciuti del 38,0%* a € 19 milioni, trainate dalla crescente penetrazione della valvola MitroflowTM negli Stati Uniti. Nel segmento delle valvole cardiache meccaniche, il fatturato è diminuito del 5%*, a € 31 milioni, riflettendo una quota di mercato a livello mondiale invariata e una politica di contenimento delle scorte presso specifici distributori. La Società prevede un’accelerazione della crescita del fatturato relativo al business delle valvole cardiache nel corso della seconda metà del 2008, in misura superiore a quanto inizialmente preventivato. La Business Unit Vascular Therapy (stent coronarici – a rilascio di farmaco e tradizionali – stent periferici, cateteri per angioplastica) ha prodotto ricavi per € 12,1 milioni nel corso del primo semestre, in calo del 25,9%* rispetto allo stesso periodo del 2007. La Business Unit Renal Care (dispositivi biomedicali per il trattamento dei pazienti con patologie renali) nel corso del semestre ha generato ricavi per € 52,0 milioni, in crescita dell’4,1%* rispetto allo stesso semestre del 2007. Entrambi i business hanno realizzato risultati in linea con le aspettative. Il Profitto Lordo del Gruppo nel corso del primo semestre del 2008 è stato pari a € 195,8 milioni, ovvero il 51,6% dei ricavi (rispetto ai € 205,4 milioni, ovvero il 51,3% dei ricavi, nello stesso semestre del 2007). I miglioramenti raggiunti in termini di efficienza produttiva sono stati controbilanciati dallo sfavorevole andamento dei tassi di cambio e del mix prodotti. La Società prevede un miglioramento del profitto lordo, nel secondo semestre del 2008 rispetto allo stesso periodo del 2007, per l’effetto combinato dei programmi di contenimento dei costi e di un miglior mix di prodotti. Il programma di contenimento dei costi, attualmente in corso, ha consentito una riduzione delle spese commerciali, generali e amministrative (SG&A) nel primo semestre a € 146,0 milioni (38,5% dei ricavi) da € 162,5 milioni nello stesso periodo del 2007 (40,6% dei ricavi). Le spese di Ricerca e Sviluppo ammontano a € 28,7 milioni, pari al 7,6% dei ricavi, in crescita rispetto al 6,9% del primo semestre 2007, evidenziando il forte impegno del Gruppo sul fronte dell’innovazione nei tre business del cardiovascolare. Il Risultato Operativo (EBIT) nel primo semestre del 2008 ammonta a € 29,9 milioni, pari al 7,9% dei ricavi, rispetto ai € -22,1 milioni Euro registrati nello stesso periodo del 2007. L’EBIT ha beneficiato nel semestre di un utile non ricorrente di € 8,9 milioni generato dalla vendita del business degli stent periferici. Escludendo le poste non ricorrenti, l’EBIT è pari a € 21,0 milioni Euro, o il 5,5% dei ricavi, rispetto a € 15,4 milioni nel primo semestre del 2007 (3,8% dei ricavi). L’EBIT margin è significativamente migliorato passando al 5,5% nel primo semestre 2008 dal 3,8% nel primo semestre 2007. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) del semestre ammonta a € 43,3 milioni (11,4% dei ricavi), rispetto ai € 41,9 milioni (10,5% dei ricavi) nello stesso periodo del 2007. Il miglioramento della redditività è stato raggiunto nonostante il significativo impatto negativo registrato nel semestre per effetto dei tassi di cambio per un ammontare di € 4 milioni circa. L’utile netto nel primo semestre del 2008 è stato pari a € 14,4 milioni rispetto a € -36,3 milioni nello stesso periodo del 2007. Escludendo le poste non ricorrenti, l’utile netto ammonta a € 5,5 milioni nel primo semestre 2008 rispetto a € 1,2 milioni di Euro nello stesso periodo dello scorso anno. L’indebitamento netto del Gruppo al 30 giugno 2008 è stato pari a € 270,3 milioni rispetto a € 309,9 milioni al 30 giugno 2007 e € 318,2 milioni al 31 marzo 2008. L’indebitamento netto ha beneficiato nel semestre dell’effetto di poste non ricorrenti per un totale di € 25 milioni, derivanti in particolare dalla cessione di crediti commerciali pro-soluto nell’ambito di un programma di securitazion revolving paneuropeo che ha impattato per € 32,9 milioni e dalla cessione del business degli stent periferici per € 7,0 milioni. Per contro, la posizione finanziaria netta è stata impattata negativamente dagli esborsi legati ai piani di ristrutturazione e da altre poste non ricorrenti per € 14,9 milioni. La Società conferma le linee guida già comunicate in precedenza per l’intero esercizio 2008. Nel terzo trimestre del 2008 i ricavi sono attesi sostanzialmente in linea°* rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Gli EBITDA e EBIT margin sono attesi rispettivamente nell’ordine dell’8,5%-9,0% e 3,0-3,5% in termini di ricavi, in miglioramento significativo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (7,4% e 0,8% dei ricavi, rispettivamente) nonostante un prevedibile impatto negativo dei tassi di cambio. L’indebitamento netto al 30 settembre 2008 è atteso a livelli inferiori a € 290 milioni, significativamente più basso di quello registrato al 30 settembre 2007 (€ 328,9 milioni). __________________________________________________________________ ° Ricavi al netto delle vendite ai terzisti * A tassi di cambio comparabili Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Demetrio Mauro, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. A proposito di Sorin Group Sorin Group (www.sorin.com), leader mondiale nello sviluppo di tecnologie medicali per la cardiochirurgia, offre terapie innovative per il trattamento delle disfunzioni del ritmo cardiaco, per la cardiologia interventistica e per il trattamento delle patologie renali croniche. In Sorin Group oltre 4.000 persone lavorano per servire 5.000 strutture sanitarie pubbliche e private in oltre 80 paesi nel mondo.

Martine KonorskiDirector, Corporate CommunicationsTel. +39 348 2663548e-mail: martine.konorski@sorin.comoCarla VidraInvestor RelationsTel. +39 02 69969716e-mail: carla.vidra@sorin.com