IL FINANCIAL TIMES LANCIA IL ”MONOPOLI ITALIANO”

13 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

La fase di profonda trasformazione che interessa la finanza italiana ha suggerito al Financial Times (FT) di oggi l’idea di un immaginario monopoli nelle cui caselle trovano posto i grandi istituti di credito

Passando dal conglomerato piemontese che fa capo al San Paolo-Imi, a quello lombardo del Gruppo Intesa, a quello triestino delle Generali è possibile ridisegnare la mappa del potere economico italiano.

Le complesse manovre che interessano il mondo del credito è quello assicurativo nostrano hanno ovviamente anche una loro appendice politica, come fa notare il quotidiano londinese. Non a caso infatti, viene ricordato l’interesse di entrambi i ‘Poli’ politici verso ‘personaggi’ come Giovanni Bazoli (amministratore delegato del Gruppo Intesa) e Antonio Fazio (governatore della Banca d’Italia).

Una loro eventuale discesa in campo politico porterebbe a nuovi stravolgimenti nelle caselle del “Monopoli italiano”. Secondo FT, infatti, con Fazio in trincea la Banca di Roma perderebbe un suo sponsor all’interno di Bankitalia per creare il polo bancario del Sud; se Bazoli cedesse alle tentazioni, invece, Intesa perderebbe il suo regista migliore, quello che è riuscito a sedurre anche Mediobanca.