Il costo dei tassi negativi per i correntisti ogni 100 mila euro depositati

11 Ottobre 2019, di Massimiliano Volpe

A partire dal 2020 UniCredit trasferirà sui conti correnti con più di 100mila euro i tassi di interesse negativi. Lo ha annunciato il CEO della banca Jean Pierre Mustier nel corso di un’intervista alla tv francese BFM Business TV.
L’istituto di piazza Gae Aulenti è la prima banca italiana a trasferire i tassi negativi sui clienti, mentre in Europa è già successo in Germania.
Se venisse confermata l’ipotesi di un tasso negativo dello 0,5% (ovvero il 5 per mille) i risparmiatori dovrebbero sostenere un costo di 500 euro per ogni 100mila fermi sui conti correnti all’anno. Un importo analogo a quello della patrimoniale una tantum del 6 per mille introdotta nel 1992 dal governo di Giuliano Amato sui depositi bancari degli italiani.