Il Consiglio di Stato dice no a aumento tariffe autostradali

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Stato dice no all’aumento dei pedaggi sulle autostrade. Viene accolto così il ricorso presentato dal Comune di Roma e dal Codacons al Tar del Lazio per l’aumento dei pedaggi autostradali e dei raccordi autostradali in gestione all’Anas, decisi dalla Manovra ed entrati in vigore dal 1° luglio scorso. Una vittoria per i consumatori, sottolinea il Presidente del Codacons, Carlo Rienzi, che promette battaglia per la restituzione delle somme indebitamente incassate da inizio estate. Non è esclusa una class action se il Gogverno non metterà a punto un meccanismo automatico per il rimborso degli automobilisti ingiustificatamente penalizzati. Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente della Regione Lazio Renata Polverini, e dal Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che avevano osteggiato tali aumenti poiché penalizzavano i pendolari residenti nel Lazio.