IL COLTELLO CHE CADE ORA, PARLA GIAPPONESE

15 Gennaio 2008, di Redazione Wall Street Italia

*Pierpaolo Scandurra è Managing Director di www.certificatiederivati.it. I suoi commenti non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

(WSI) – In America li chiamano “falling knife investment”, ma potremmo chiamarli anche scommesse con la sorte. Individuare il bottom di un titolo o indice in caduta libera e indovinare il timing di entrata, con un’elevata percentuale di possibilità che dell’ormai leggendario coltello in caduta si afferri la lama, con l’ovvia conseguenza di farsi decisamente male. Sono situazioni che possono tuttavia portare a conseguire guadagni adeguati al grado di rischio che si corre: il certificato che vi proponiamo oggi non è proprio uno di quelli su cui “o la va o la spacca”, ma non ci si discosta di molto. Ciò che sta cadendo senza soluzione di continuità da almeno un semestre è l’indice azionario nipponico: dopo aver conquistato il primato negativo nel 2007, con un passivo dell’11,13%, il Nikkei225 si sta confermando anche in questo avvio di 2008 tra gli indici peggiori a livello globale ( è sotto già del 7,81%) . Ora però è giunto per l’indice il momento di fornire un segnale importante: graficamente si trova a soli 100 punti da una critica soglia di supporto, individuabile in 14000 punti.

Mercato difficile? Si’. E con news gratis, non vai da nessuna parte. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Per chi intende accettare la scommessa sulla tenuta di questi livelli, il SeDeX offre, tra i trentasette certificati quotati, un Bonus Certificate emesso dall’olandese Abn Amro in scadenza il 14 marzo: emesso il 20 marzo 2006 il certificato riconoscerà un Bonus del 14% sui 100 euro nominali se l’indice Nikkei 225 nei prossimi due mesi non toccherà mai la soglia dei 13.299,84 punti, distanti a questo punto di soli 5,9%. Risulta interessante osservare il comportamento del certificato: fino ai primi giorni di gennaio il Bonus era proposto a 110 euro, scontando quasi interamente il Bonus di rendimento a scadenza, ma il -7% realizzato da inizio anno dall’indice nipponico ha fatto scendere la quotazione a 97,04 euro. Il rendimento potenziale dato dal Bonus sale così al 17,43%, da conseguire in caso di mancato evento barriera in soli due mesi ( annualizzando il rendimento si oltrepassa il 100%).

Naturalmente assoluta attenzione ai rischi: se l’indice andrà a toccare il livello barriera il rimborso sarà in funzione del livello raggiunto dall’indice e saranno necessari i 16090 punti (il 14% dai 14110,79 punti da cui ripartirà l’indice lunedì notte) per rientrare del capitale investito. Ad alto rischio corrisponde un alto rendimento: se da una parte ci si espone ad una perdita maggiore rispetto all’investimento diretto, dall’altra, si potrà ottenere una resa del 17,4% in soli due mesi con l’indice Nikkei stabile su questi livelli o anche inferiore ( l’importante è che resti sopra i 13299,84 punti). Il certificato, grazie alla quotazione al SeDex, può essere acquistato o venduto al pari di un qualsiasi titolo azionario e quindi sarà possibile beneficiare anche di un’eventuale ripresa delle quotazioni prima della naturale scadenza.

Per maggiori dettagli o informazioni vi invitiamo a scriverci sul Forum di WSI o a visitare il nostro sito specializzato www.certificatiederivati.it.

Copyright © www.certificatiederivati.it per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved