ICAHAN ABBANDONA PIANO PER SALVARE XO COMM.

17 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Carl Icahan, noto finanziere americano, non lancera’ piu’ il salvagente per salvare la societa’ telecom Xo Communications (XOXO – Nasdaq) dalla morsa dei suoi debiti. La notizia e’ stata segnalata dal quotidiano finanziario Wall Street Journal.

Icahan aveva proposto un accordo attraverso cui avrebbe finanziato la societa’ indebitata con un ammontare di $550 milioni, per una partecipazione del 55% nel gruppo.

Ma il piano, che aveva avuto il benestare di una commissione ad hoc composta dagli obbligazionisti detentori di $1 miliardo dei $3,5 miliardi di obbligazioni in circolazione, non ha ricevuto poi l’ok dalle banche creditrici dell’operatore telefonico.

Le banche pretenderebbero infatti un accordo sugli utili futuri del gruppo che, nel primo trimestre del 2003, dovrebbero attestarsi a un valore di $10 milioni al lordo delle tasse, degli interessi e dei costi di ammortamento (Ebitda).

Inoltre, le stesse banche richiederebbero un Ebitda di $15 milioni nel secondo trimestre del 2003 e $25 milioni nel terzo trimestre.

Una pretesa eccessiva, a detta dello stesso Icahan, dal momento che Xo Communications non ha mai generato un Ebitda positivo.