I.NET: PREVISIONI POSITIVE PER IL 2001

9 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

I.NET prevede di realizzare quest’anno un fatturato superiore a 90 miliardi di lire, in crescita rispetto agli 80,3 miliardi di lire del 2000, da “investire quasi completamente – ha detto il Presidente Roberto Galimberti – nella realizzazione di una webfarm a Milano e nell’apertura della sede romana”.

I.NET fornisce soluzioni di connettività e di networking, progetta e realizza infrastrutture e piattaforme professionali basate su linee dedicate per la realizzazione di soluzioni Intranet ed Extranet comprensive di Housing e Hosting.

In pratica, le web farm sono grandi capannoni nei quali I.net ospita in dei grandi capannoni i server di altre società e fornisce servizi alle società.

La società è quotata al Nuovo Mercato ed è quinta per grandezza con una capitalizazione di €783,9 milioni al 30 aprile 2001.

Nel primo trimestre 2001 il fatturaro è aumentato del 76,4% a €12,8 milioni, rispetto ai €7,3 milioni del primo trimestre 2000. Nello stesso periodo l’utile lordo e’ stato pari a €1 milione (€0,4 milioni nel primo trimestre 2000) e gli investimenti pari a €9,9 milioni.

Inoltre, British Telecommunications, che controlla I.NET, ha annunciato ieri la sua intenzione di conferire Fluxus, la propria azienda leader in Francia nella fornitura di web hosting, a I.NET.