I lavori migliori dei prossimi 25 anni

20 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Quali sono le carriere che un giovane dovrebbe pensare di intraprendere oggi? Una bella e difficile domanda, soprattutto visti i tempi che corrono, e a cui Graeme Maxton, famoso economista scozzese, ha provato a dare una risposta, in un articolo che è stato riportato dal Financial Times.

Ecco i migliori lavori dei prossimi 25 anni.

Receptionist. Nel 1989 si predisse che nel futuro le persone, una volta giunte in un ufficio o palazzo, sarebbero potute entrare solamente inserendo i propri dati e informazioni. Ma per questioni di sicurezza, aziende e anche governi, tutt’ora preferiscono ancora far uso del personale in carne e ossa per accogliere i visitatori. Non vi è quindi possibilità che questa opzione cambi nei prossimi decenni.

Ricercatori climatici. Sempre nel 1989, più precisamente il 6 marzo di quell’anno, dati informatici predissero un innalzamento delle temperature di diversi gradi nel corso degli anni a venire, oltre a diversi problemi con le coltivazioni e molte inondazioni. Ed è certo che ulteriori informazioni su come il clima cambierà continueranno a essere necessarie.

Cura degli anziani. La cura delle persone anziane ha creato un mercato di nuove opportunità, anche quando si parla di specifici prodotti da utilizzare. Molti sono i lavori che seguono e portano soccorso ai più anziani. Anche se spesso sottopagati, sicuramente non spariranno.

Assistente esecutivo. Tempo fa si pensava che con l’avvento del telefonino e dei diari elettronici il ruolo del segretario sarebbe cambiato, fino a divenire praticamente inutile. Invece c’è stata una sorta di evoluzione e oltre a fare il lavoro di routine, ora gli assistenti gestiscono anche la vita dei loro capi.