I FUTURES PUNTANO AD ESTENDERE IL RALLY

24 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa trattano in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in positivo per l’azionario.

Gli operatori scommettono su ulteriori tagli dei tassi d’interesse da parte della Fed, nella speranza di rilanciare l’economia a stelle e strisce che continua a risentire del difficile momento dei comparti immobiliare e finanziario. Cio’ potrebbe originare una nuova spinta al rialzo per i listini azionari che la scorsa settimana hanno messo a segno la migliore performance (+3% circa) dal mese di marzo. A giocare un ruolo chiave sul rialzo dell’azionario statunitense e’ anche il continuo indebolimento del dollaro che sta accrescendo l’attenzione degli investitori stranieri attratti dai titoli americani piu’ “economici”.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

In giornata non sono attesi dati macro di rilievo. Gli sviluppi nel comparto societario saranno percio’ seguiti con maggiore scrupolosita’. A risultare particolarmente volatile potrebbe essere fin dalle prime ore il titolo del colosso automobilistico General Motors (GM) che potrebbe andare incontro al primo sciopero dell’ultimo decennio da parte degli operai a causa del mancato raggiungimento di un accordo con i sindacati. I riflettori saranno puntati con molte probabilita’ anche sul comparto finanziario dopo che fonti ben informate hanno citato un calo dei profitti del colosso tedesco Deutsche Bank (DB) per via della crisi del mercato del credito.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il greggio sta arretrando dai recenti massimi. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna ottobre sono in calo di 72 centesimi a quota $80.90 al barile. Sul valutario, l’euro continua ad aggiornare i massimi storici nei confronti del dollaro, ora a 1.4106. In rialzo l’oro: i futures con consegna dicembre vengono scambiati a $743.10 all’oncia, in progresso di $4.20. In calo infine i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.66%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 2.80 punti (+0.18%) a 1537.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +6.25 punti (+0.30%) a 2074.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 19 punti (+0.14%) a 13920.00.