I FUTURES ACCELERANO AL RIBASSO, DELUDE BEST BUY

19 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a trattare in ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio negativo per l’azionario.

Gli ultimi dati macroeconomici non hanno avuto un notevole impatto sulle contrattazioni del preborsa. I nuovi cantieri edili sono diminuiti del 2.1% a maggio, rispettando le attese degli analisti, le nuove licenze di costruzione sono invece cresciute piu’ del previsto. I dati seguono un deludente rapporto sulla fiducia dei costruttori americani che ha mostrato un calo dell’indicatore ai minimi di oltre 16 anni.

Gli operatori moniteranno con maggiore attenzione ora gli sviluppi societari. Dopo le insisitenti voci dei giorni scorsi, nell’after hour di ieri e’ arrivata la conferma ufficiale da parte della societa’ Internet Yahoo! relativa alle dimissioni del CEO Terry Semel, per via della continua perdita delle quote di mercato a favore del rivale Google ([[GOOG]]), leader incontrastato dei motori di ricerca e pubblicita’ online. Il titolo e’ salito del 3.56% a New York, oltre del 5% in Europa.

Nel comparto dei metalli, sono emersi nuovi risvolti nelle trattative tra BHP Billiton e Alcoa ([[AA]]), il gigante dell’alluminio americano. Dopo essere salito nella giornata di ieri sulle voci di una possibile offerta da $40 miliardi, il titolo cede parte dei guadagni in mattinata a causa di un cambiamento dei piani di BHP, ora interessata alla rivale canadese Alcan ([[AL]]), per cui sarebbe disposta a sborsare $28.7 mld.

Tra i titoli media, continua ad attrarre l’attenzione del pubblico investitore la lotta per il gruppo editoriale/finanziario Dow Jones ([[DJ]]). Stando alle ultime notizie, il miliardario californiano Ron Burkle potrebbe avanzare una proposta d’acquisto sull’azienda entro la settimana, nel tentativo di contrastare l’offerta di $5 miliardi del tycoon australiano Rupert Murdoch.

Con riferimento alle trimestrali societarie, pressioni giungono dal comparto retail dopo che Best Buy ([[BBY]]) ha diffuso un bilancio fiscale inferiore alle attese.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, il petrolio e’ in lieve calo. I futures con consegna luglio arretrano di appena 5 centesimi a $69.04 al barile.

Sul valutario, l’euro arretra marginalmente nei confronti del dollaro: il cambio tra le due valute e’ a quota 1.3405. In lieve flessione l’oro. I futures con consegna agosto vengono scambiati a $659.30, in ribasso di $0.50. Invariati i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ stabile al 5.14%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in calo di 3.40 punti (-0.23%) a 1542.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -6.75 punti (-0.34%) a 1960.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 28 punti (-0.20%) a 13702