I FUTURE USA SCENDONO IN ROSSO DOPO I DATI MACRO

14 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani viaggiano appena sotto la parita’.

Sul fronte macroeconomico giornata ricca di spunti. I dati sui prezzi alla produzione sono la sorpresa il mercato attendeva un rialzo modesto del +0,3% l’aumento invece e’ stato dello 0,8%. Quasi in linea i dati sulle vendite al dettaglio che hanno risentito di una debolezza nel comparto auto.

In successione sara’ la volta del report sulla produzione industriale e sulla capacita’ di utilizzazione degli impianti sempre per lo stesso mese. Infine, a mercati aperti, arrivera’ il dato preliminare sulla fiducia dei consumatori per il mese di novembre, rilevato dall’Universita’ del Michigan.

Per quanto riguardo il mercato valutario, il dollaro prosegue la fase di debolezza. Il cambio contro l’euro (XEU) si avvicina a quota 1,18.

La discesa nei confronti dello yen giapponese (XJY) pronto a sfondare quota 108, ha colpito la Borsa di Tokio. La preoccupazione degli investitori sulle aziende esportatrici che potrebbero risentire di un apprezzamento della valuta, ha portato il Nikkei ha chiudere vicino ai minimi da tre mesi.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 0.10 punti (-0,01%), a 1058,00 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 0,50 punti (-0,03%) a 1.439,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in calo di 5 punti (-0,05%) a 9.823 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,30%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA