I FUTURE USA PUNTANO
SUL SEGNO MENO

27 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca un’ora all’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa rimangono in terreno negativo. A meno di inversioni di tendenza dell’ultimo momento, l’apertura dovrebbe essere in rosso.

A livello macroeconomico, mezz’ora dopo l’avvio degli scambi sono attesi i dati sulla fiducia dei consumatori a maggio e sulla vendita di case nuove ed esistenti nel mese di aprile.

Ma l’attenzione del mercato e’ ancora una volta destinata a concentrarsi sui livelli di cambio del dollaro. L’attesa per la prossima riunione della Bce sui tassi (prevista per il 5 giugno) comincia a farsi piuttosto nervosa.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 4,30 punti (-0,46%), a 927,90 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 scende di 6,00 (-0,53%), a 1.124,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in calo di 47 punti (-0,55%), a 8.545 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 102,19 e rendimenti al 3,32%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA