I FUTURE USA NON RIESCONO A RIPRENDERSI

20 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) NEW YORK – 20 novembre – A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani rimangono in terreno negativo.

Il rimbalzo di ieri che sembrava avere le gambe per proseguire anche oggi, si e’ fermato contro i violenti attentati in Turchia. Immediata la risposta del mercato con i derivati sull’equity che puntano verso il basso e Titoli di Stato ed oro in rialzo.

Per quanto riguarda la macroeconomia, a poco sono serviti i dati sulle richieste di sussidi alla disoccupazione nettamente inferiori alle attese.

A Borsa aperta saranno resi noti i numeri sul super indice di ottobre e, a seguire, i dati sul Philly Fed (report sull’attivita’ manifatturiera dell’area di Chicago redatto dalla federal reserve).

Rimane alta la tensione anche sul mercato valutario con il dollaro che torna a perdere terreno sia contro l’euro (XEU) che contro lo yen giapponese (XJY).

Per quanto riguarda le trimestrali da segnalare, dopo la chiusura del mercato, la pubblicazione dei risultati di Walt Disney (DIS – Nyse). Il mercato attende un EPS a $0,16 in rialzo rispetto ai $0,11 dello scorso anno (stesso trimestre).

Alle 14:40 (le 8:40 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 4.30 punti (-0,41%), a 1036,80 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in calo di 5,50 punti (-0,40%) a 1.370,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 46 punti (-0,47%) a 9.640 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,21%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA