I FUTURE SUGLI INDICI USA PERDONO TERRENO

11 Agosto 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani si aggirano intorno alla parita’.

In assenza di dati macroeconomici, oggi hanno comunque contribuito a sostenere i listini le note diffuse in mattinata da alcune banche d’affari.

In particolare, Merrill Lynch ha promosso il gigante software Oracle nella categoria “Buy”. Bancorp Piper Jaffray ha alzato il rating su Adobe Systems (ADBE) da Outperform a Strong Buy. E Goldman Sachs ha alzato il giudizio, portandolo a In-Line, per il gruppo finanziario Deutsche Bank.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 0,10 punti (+0,01%), a 978,10 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ segna un rialzo di 1,50 punti (+0,15%) a 1.212,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede invece 2 punti (-0,02%), a 9.180,00 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,32%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA