I FUTURE SALGONO MA MENO DEL PREVISTO

7 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono ancora tutti in terreno positivo.

Buonio i dati sul mercato del lavoro.
Non sono solo i 126.000 nuovi posti a creare l’ottimismo, la revisione dei dati di agosto e settembre dipinge un quadro dell’economia USA nettamente migliore del previsto.

Soffrono i prezzi dei bond di Stato. Il rendimento sulla scadenza a 10 anni sale di 10 punti base in pochi minuti.

A mercato aperti verranno resi noti i dati sulle scorte di magazzino all’ingrosso e sul credito al consumo del mese di settembre. A meno di grandi sorprese difficilmente questi numeri avranno una granda influenza sulla Borsa.

Sul fronte valutario il dollaro guadagna terreno sia sullo yen (XJY) che sull’euro (XEU). Attenzione alle attese del mercato sul fronte dei prossimi rialzi dei tassi. Se il nervosismo dovesse cominciare a correre nelle sale operative, la volatilita’ potrebbe subire una forte accelerazione.

Alle 14:43 (le 8:43 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 3.20 punti (+0,30%), a 1060,70 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 6,00 punti (+0,41%) a 1.453,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 45 punti (+0,8%) a 9.888 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,42%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA