I FUTURE PROVANO A SMALTIRE LA SBORNIA DI IERI

9 Settembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono tutti vicini alla parita’. Positivo l’S&P 500, in rosso il Nasdaq.

Sul fronte macroeconomico l’unico dato atteso della giornata e’ quello della scorte di magazzino all’ingrosso relativo al mese di luglio. Considerato il fatto che si tratta di un numero oramai assorbito dal mercato, difficilmente la borsa reagira’ all’annuncio a meno di grosse sorprese.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 0.20 punti (+0,02%), a 1030,80 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 2,50 punti (-0,20%) a 1.367,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ invariato a 9.579 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,41%.

Per il valore dei future sull’S&P 500 e sul Nasdaq 100, con variazione percentuale, variazione assoluta, minimo, massimo e volumi clicca qui.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA