I FUTURE PROSEGUONO IN TERRENO POSITIVO

15 Settembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono tutti in terreno positivo.

Sul fronte macroeconomico sono attesi i dati sulle scorte di magazzino per il mese di luglio (pubblicato mentre va in pagina il presente articolo), la produzione industriale e la capacita’ di utilizzazione degli impianti per il mese di agosto e infine l’Empire State Index del mese di settembre.

Soprattutto gli ultimi due numeri dovrebbero essere tenuti in particolare considerazione dal mercato che attende qualche buona notizia dopo la tornata deludente di venerdi’.

Domani si terra’ la riunione del FOMC (il braccio operativ della Fed). Secondo i dati di chiusura dei future sui fed funds di venerdi’, c’e’ il 95% di probabilita’ che Greenspan e soci lascino il livello del costo del denaro invariato.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 0.70 punti (+0,07%), a 1017,10 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 2,00 punti (+0,15%) a 1.364,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in salita di 11 punti (+0,12%) a 9.444 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,28%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA