I FUTURE PASSANO IN TERRITORIO NEGATIVO

23 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono passati in territorio negativo, in netto peggioramento rispetto alla precedente rilevazione.

In assenza di dati macroeconomici o utili trimestrali di rilievo, il mercato si concentra sul livello dei tassi d’interesse e del cambio del dollaro. L’indebolimento del biglietto verde, in questo momento a quota 1,1805 contro la moneta europea, sta infatti iniziando ad avere i suoi effetti sull’andamento dei contratti derivati sugli indici azionari.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York), il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in calo di 1 punto (-0,11%), a 929,70 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ invariato rispetto al settlement price di ieri, a 1.130,00 punti.

Ma e’ il contratto sull’indice Dow Jones a registrare la piu’ forte inversione di tendenza nell’ultima ora, accusando un calo di 8 punti (-0,09%), a 8.569 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 102,22 e rendimenti al 3,31%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA