I FUTURE DICHIARANO LA VOGLIA DI RIALZO

15 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Pubblichiamo le indicazioni relative alla fase di pre-apertura dei mercati azionari statunitensi.
































Indici e future 15 Agosto 2002
Indici Closing cash Settlement price Fair Value premium
S&P500 919,62 918,00 +1,60
DJIA 8.743,31 8.720,00 +19,00
Nasdaq100 968,84 967,00 +3,60
Fonte dati: Ufficio Studi
WallStreetItalia

Alle 09.09 E.T. i future in scadenza a settembre sugli indici americani quotano sopra al Fair Value. Il contratto sul Dow Jones segna +45,00 punti, quello sull’S&P500 +6,00 e quello sul Nasdaq100 +8,50.

Gli altri indicatori

  • Il benchmark a 10 anni segna prezzi in ribasso e rendimenti a 4,16%. Sul mercato dei titoli di Stato il rally della parte lunga della curva dei rendimenti, il tasso solo dieci minuti prima dell’annuncio della Fed di martedi’ valeva $4,21%, sembra per il momento essersi arrestato.
  • Il cambio euro dollaro segna $0,9789. Il biglietto verde torna a guadagnare dopo le sofferenze degli ultimi due giorni.
  • L’oro viene scambiato a Londra a $313,30 l’oncia, in ribasso di $0,20 rispetto alla chiusura di ieri.
  • Il benchmark sul crude oil segna $27,44, con prezzi stabili (-$0,02).

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SUGLI INDICI






































Indici e future 15 Agosto
2002
Seduta di Borsa Dow Jones Nasdaq Comp. S&P 500
Venerdi’ 9 agosto 8.745,45 (+0,38%) 1.306,12 (-0,79%) 908,64 (+035%)
Lunedi’ 12 agosto 8.688,89 (-0,65%) 1.306,84 (+0,06%) 903,80 (-053%)
Martedi’ 13 agosto 8.482,39 (-2,38%)  1.269,28 (-2,87%)   884,21 (-2,17%)
Mercoledi’ 14 agosto 8.743,31 (+3,08%) 1.334,30 (+5,12%) 919,62 (+4,00%)
Fonte dati: Ufficio Studi
WallStreetItalia

I listini, dopo aver sofferto per la prima parte della giornata hanno ingranato la marcia e messo a segno un poderoso rally durante l’ultima ora di contrattazioni. I volumi sono passati da poco piu’ di 100 a 200 milioni di azioni trattate all’ora.

A spingere al rialzo i listini sono stati piu’ fattori.

  • La diminuita pressione sugli acquisti dei Titoli di Stato a 10 anni (TNX – CBOE) che hanno visto il loro rendimento scendere per la prima volta dal 1963 sotto il 4,00% prima di recuperare i valori del giorno precedente.
  • La chiusura repentina delle posizioni corte difficilmente sostenibili in presenza di volumi poco significativi.
  • La reazione probabilmente eccessiva che il mercato aveva avuto dopo il comunicato dela Fed di martedi’.

I TEMI DELLA GIORNATA

Sul fronte macroeconomico alle 08.30 E.T. il dipartimento del lavoro ha comunicato i dati relativi alle nuove richieste di sussidi alla disoccupazione per la settimana che si’ e’ conclusa il 10 agosto. Si tratta di un dato importante in questo momento dove il mercato e’ attento a cogliere qualsiasi numero che induca la Fedreral Reserve ad un ulteriore taglio del costo del denaro.

Ricordiamo infatti che tra gli obiettivi della Banca Centrale americana, a differenza della BCE europea, c’e’ anche quello di uno “sviluppo sostenibile attraverso la piena occupazione”.

Il mercato si attende un dato in leggera salita a 380.000 unita’. Il numero piu’ importante sara’ comunque la media a 4 settimane, fondamentale per capire le tendenze evolutive del mercato del lavoro USA.

Alle 09.15 E.T. sono attesi i dati sulla produzione industriale e la capacita’ di utilizzo degli impianti per il mese di luglio. Il dato viene comunicato direttamente dalla Fed ed e’ molto seguito dal mercato. Le attese sono di un dato invariato (0,00%) rispetto al +0,8% del mese precedente. La capacita’ di utilizzo dovrebbe essere appena al di sopra del 76% ancora molto lontana dal livello chiave dell’85% oltre il quale si puo’ parlare di pressioni inflazionistiche.

Tra i titoli da tenere d’occhio

  • Brocade (AMAT – Nasdaq): il leader dell’immagazzinamento dati ha riportato risultati decisamente sopra le aspettative ieri dopo la chiusura del mercato. Il titolo che si era gia’ distinto durante la sessione ufficiale ha continuato a correre anche nell’after-hours.
  • BEA Systems (BEAS – Nasdaq):la societa’ ha riportato i risultati ieri dopo la chiusura del mercato i risultati. L’EPS ha centrato le aspettative mentre il fatturato si e’ dimostrato in calo. Durante il dopo-Borsa il titolo ha dimostrato di godere comunque della fiducia degli investitori.
  • Intuit (INTU – Nasdaq): i risultati di un EPS di $0,09 (pro-forma) contro i $0,12 attesi dal mercato, non hanno convinto gli investitori che hanno venduto il titolo anche dopo la chiusura delle contrattazioni ufficiali.
  • United Airlines (UAL – Nyse): la societa’ si e’data un termine di 30 gorni per procedere ad un aggressivo taglio dei costi poi, come ha annunciato, dovra’ prendere in seria considerazione la richiesta di chapter 11.
  • Imclone (IMCL – Nasdaq): la societa’ di ricerca biotecnologica al centro di scandali per insider trading ha riportato risultati inferiori alle aspettative. Il titolo che aveva guadagnato nella sessione ufficiale di ieri non ha ancora reagito sensibilmente alla notizia.
  • AOL Time Warner (UPS – Nyse): la societa’ ha annunciato che inserira’ l’esercizio delle stock options nelle sese operative a bilancio dal prossimo anno. L’impatto di questa scelta dovrebbe essere di $0,02 per il 2003.
  • Traveless Property Casualty (TAP.A – Nyse): il titolo, spin off di General Electric, sostituira’ quello della societa’ di semiconduttori Vitesse (VTSS – Nasdaq) nell’indice S&P500

Ecco i titoli interessanti che riporteranno i risultati trimestrali oggi.

  • American Eagle (AEOS – Nasdaq): la societa’ di moda per teenagers dovrebbe riportare un EPS di $0,15. Annuncio prima dell’apertura.
  • Estee Lauder (ES – Nyse): la societa’ di prodotti cosmetici dovrebbe riportare un EPS di $0,18. teenagers dovrebbe riportare un EPS di $0,15. Annuncio prima dell’apertura.
  • Target (TGT – Nyse): la catena di punti vendita discount e’ attesa riportare un EPS di $0,37. Annuncio prima dell’apertura.
  • Agile Software (AGIL – Nasdaq): la societa’ produttrice di software applicativo per catene di montaggio e’ attesa riportare una perdita per azione di -$0,24. Annuncio dopo la chiusura del mercato.
  • Dell Computer (DELL – Nasdaq): il produttore di computer dovrebbe riportare un EPS di $0,19. Annuncio dopo la chiusura del mercato.
  • GAP Inc. (GPS – Nyse): la catena di negozi di abbagliamento dovrebbe riportare un EPS di $0,04. Annuncio dopo la chiusura del mercato.
  • NVIDIA (NVDA – Nasdaq): la societa’ che produce processori grafici e software per personal computer dovrebbe riportare un EPS di $0,11. Annuncio dopo la chiusura del mercato.

Tra i titoli in movimento nel pre-borsa

  • Yahoo (YHOO – Nasdaq): il titolo e’ in lieve ribasso.
  • Hewlett Packard (HPQ – Nasdaq): titolo in rialzo grazie all’upgrade di Lehman Brothers
  • Texas Instruments (TXN – Nyse): titolo in rialzo
  • Intel (INTC – Nasdaq): il titolo e’ in terreno positivo in attesa di essere influenzato positivamente da eventuali sorprese al rialzo di Dell.
  • Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq): il titolo e’ in ribasso dopo il down grade di Goldman Sachs.
  • Oracle (ORCL – Nasdaq): il titolo continua la corsa iniziata durante la sessione ufficiale di ieri.
  • Vivendi (V – Nyse): continua senza sosta il ribasso del gigante media francese.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA