I coltivatori di tabacco asiatici sollecitano i governi a opporsi alla proposta della Organizza

23 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

I rappresentanti di oltre 4 milioni di coltivatori di tabacco in tutta l’Asia hanno esortato i governi a respingere le recenti raccomandazioni della Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di bandire gli ingredienti del tabacco. I rappresentanti hanno firmato una dichiarazione alla chiusura dell’Asia Tobacco Forum inaugurale, ospitato dalla International Tobacco Growers’ Association (ITGA) e da Aliansi Masyarakat Tembakau Indonesia (AMTI) a Giacarta, Indonesia. Al congresso di due giorni hanno partecipato coltivatori di India, Indonesia, Corea, Malesia, Filippine e Tailandia. “Esortiamo tutti i governi a respingere la proposta di bandire gli ingredienti del tabacco e a studiare altre alternative che possono raggiungere obiettivi di salute pubblica proteggendo al contempo i milioni di posti di lavoro che dipendono dalla coltivazione del tabacco,” ha dichiarato Roger Quarles, presidente di ITGA. La dichiarazione elenca 12 raccomandazioni, compresa la opposizione dei partecipanti a un divieto arbitrario sugli ingredienti del tabacco e l’esortazione ai governi di respingere la proposta attuale e sviluppare un approccio più equilibrato al controllo del tabacco. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

AMTIAi Putri, +62 21 7919 8571mobile: +62 0813 1518 [email protected][email protected]