HP-COMPAQ: COMMENTI DAL MONDO FINANZIARIO

4 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

La mega fusione tra Hewlett-Packard (HWP – Nyse) e Compaq Computer (CPQ – Nyse) ha sollevato pareri discordanti nel mondo finanziario.

Daniel Kunstler, analista di JP Morgan, ha dichiarato che la notizia riguardante la possibile fusione tra i due colossi dell’informatica lo lascia cauto, nonostante il basso prezzo che Hewlett Packard paghera’ per acquistare la rivale.

Per Kunstler, infatti, rimarrebbero alcuni nodi da sciogliere come i differenti modelli di business delle due societa’, la corrente situazione del mercato e una possibile confusione nella commercializzazione dei prodotti.

Tom Kraemer di Merrill Lynch invece ritiene che la mossa strategica di Hewlett Packard sia sensata e che trasformera’ la societa’ in un colosso simile a IBM.

Brian Gammage, analista di punta di Gartner Dataquest di Londra, ha fatto notare che la volonta’ di Compaq e’ quella di entrare nel settore dei servizi e la via della fusione, pur non essendo la piu’ breve, andra’ in questa direzione. Gammage, infatti, sottolinea che
“nel settore dei servizi la dimensione e’ importante”.

Gerry Henningan, analista high tech presso Goodbody Stoskbrokers in Dublino, sostiene che sara’ difficile razionalizzare l’entita’ che nascera’ dalla fusione, per le enormi dimensioni del gruppo, e richiedera’ tempo.

Per la nuova societa’ sara’ comunque importante accelerare l’integrazione, altrimenti correra’ il rischio di perdere quote di mercato.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


PC: HEWLETT-PACKARD COMPRA COMPAQ
HP-COMPAQ: FUSIONE AL VAGLIO DELL’ANTITRUST UE
HP-COMPAQ: POSSIBILE UN CALO DEL FATTURATO
HP-COMPAQ: INTEGRAZIONE LA CHIAVE DEL SUCCESSO