House Building, ottenuto permesso a costruire 20 appartamenti a Bologna

6 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – House Building SpA ha ottenuto, a seguito della sottoscrizione della convenzione urbanistica come da comunicato stampa del 7 aprile 2010, l’autorizzazione a costruire venti unità residenziali, tutte di “Classe A”, a Fabbrica di Imola (BO), per un totale di 1.900 mq ed un controvalore al pubblico “del finito” di circa Euro 3,8 milioni; tale valore è ottenuto dal calcolo di 1.900 mq x 2.000 €/mq, prezzo al mq indicativo per abitazioni nuove come dati disponibili sulla banca dati delle quotazioni immobiliari dell’agenzia del territorio (www.agenziadelterritorio.it). Il permesso a costruire in oggetto è l’atto formale che permette alla società di pianificare l’inizio dei lavori, in conseguenza della firma della convenzione urbanistica del 7 aprile scorso e relativa al comparto denominato “N.56 – Via del Santo”. House Building SpA è proprietaria dell’intero comparto e sosterrà oneri per Euro 230.000 circa comprensivi della cessione di aree che andranno a beneficio della comunità di Imola; la convenzione urbanistica regola infatti la costruzione delle parti destinate ad uso pubblico, quali strade, parcheggi, verde ed è propedeutica all’avvio dei lavori di costruzione delle unità residenziali, previsto tra circa 20 giorni. In maggiore dettaglio il progetto prevede la costruzione di 20 appartamenti in “classe A”, cioè dotati di tutte le tecnologie costruttive a massimo risparmio energetico, che potranno anche godere dei contributi recentemente varati dal governo pari ad Euro 7.000 per ciascuna abitazione in tema di efficienza energetica. I costi di realizzazione, stimati in Euro 3,2 milioni, saranno coperti da un mutuo SAL (Stato di Avanzamento Lavori), già ottenuto per complessivi Euro 2,8 milioni e già erogato per Euro 0,5 milioni, mentre la restante parte sarà finanziata da mezzi propri di HBG e dagli acconti degli acquirenti. Il contratto di finanziamento, per Euro 2,8 milioni, ha una durata di 10 anni con facoltà di estensione per ulteriori 2 anni, è stato erogato dalla Banca di Romagna e prevede come garanzia a favore dell’istituto erogante l’ipoteca di 1° grado sull’area dell’intervento.