HOTEL DI LUSSO IN PROFONDO ROSSO

27 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Un numero sempre maggiore di hotel di lusso statunitensi rischia di risultare inadempiente, con i proprietari stretti nella doppia morsa rappresentata dalla recessione, che sta riducendo la domanda, e della stretta creditizia, che sta limitando i rifinanziamenti.

Stando ai dati pubblicati da Realpoint LLC, una societa’ di rating sul credito, i prestiti garantiti a oltre 1500 alberghi, con un saldo complessivo in arretrato di $24.5 miliardi, potrebbero essere a rischio default. Alcuni dei crediti, dei pagamenti arretrati e dei cali di domanda e flussi di cassa piu’ ampi riguardano le proprieta’ immobiliari di lusso, dove alloggiare in una stanza puo’ arrivare a costare fino a $850 per notte. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare con titoli aggressivi in fase di continuazione del rialzo e difensivi in caso di volatilita’ e calo degli indici, basta accedere alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo ora: costa solo 76 centesimi al giorno, provalo ora!.

“Tutti i settori stanno mostrando segnali di difficolta’, ma quello del lusso, dove i prestiti sono generalmente molto piu’ alti, e’ senza dubbio piu’ in crisi degli altri”, ha dichiarato in un’intervista telefonica concessa all’agenzia Bloomberg Frank Innaurato, managing director di CMBS analytical services.

Dopo aver aggiunto camere su camere nel periodo in cui, contestualmente negli anni compresi tra il 2004 e il 2007, il mercato dei titoli commerciali garantiti da ipoteca (CMBS) faCeva faville, ora i proprietari degli hotel stanno incontrando serie difficolta’ a trovare clienti.

La domanda tra le catene alberghiere ad avere le camere piu’ costose e’ scivolato del 60% nella prima meta’ dell’anno dal 70% del 2008, scrive Bloomberg. Si tratta della maggiore contrazione di sempre se calcolata nell’arco di sei mesi. Il tasso che misura il numero dei clienti che decidono di alloggiare nelle proprieta’ alberghiere Usa e’ crollato al 57% nei dodici mesi conclusisi in giugno. Alla fine del 2007 e 2008 era del 73% e 69% rispettivamente.

“Gli hotel di lusso hanno ricevuto enormi finanziamenti nel corso degli anni in cui il mercato dei CMBS ha toccato le punte piu’ alte”, osserva David Loeb, analista di Robert W. Baird & Co. “Ecco perche’ ora sono gli hotel di lusso a riempire la lista dei prestiti a rischio default”.