Honk Kong è in recessione

8 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Hong Kong – Hong Kong, regione amministrativa speciale della Repubblica Popolare Cinese, centro finanziario dell’Asia e barometro della crescita economica mondiale, nel terzo trimestre del 2011 avrebbe registrato una variazione del Pil negativa rispetto ai tre mesi precedenti.

Secondo le ultime stime di Daiwa Capital Markets Ltd. e dell’Australia & New Zealand Banking Group Ltd. il Prodotto Interno Lordo dovrebbe mostrare una contrazione di un punto e mezzo percentuale (-1,5%). Il report ufficiale verrà pubblicato venerdì 11 novembre.

Esportazioni in calo a settembre per la prima volta da circa 2 anni, mentre l’indice azionario Hang Seng ha perso il 21% nel periodo luglio-settembre, il calo più forte nel trimestre dal 2001. In giornata l’indice è in leggero rialzo, sulle attese che il report domani dalla Cina mostri una minore pressione inflazionistica.

Donald Tsang, politico cinese, a capo del governo locale di Hong Kong, nella giornata di ieri a New York aveva affermato che la possibilità di una recessione per l’economia globale nel 2012 era del 50%.