HIGH-TECH: CRESCITA AI LIVELLI DEGLI ANNI NOVANTA

6 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

L’anno scorso il settore high tech americano ha registrato la crescita piu’ lenta dalla meta’ degli anni ’90 e il rallentamento dovrebbe continuare anche quest’anno.

Un sondaggio annuale del Nasdaq insieme con l’American Electronics Association (AEA) ha infatti rivelato che l’industria tecnologica USA e’ cresciuta del 4,6% nel 2000, aggiungendo 235.000 posti di lavoro per un totale di 5,3 milioni.

Lo Stato che piu’ ha contribuito alla crescita e’ la California, sebbene la maggiore concentrazione di lavoratori high tech si sia verificata in Colorado con 97 su 1.000 dipendenti del settore privato.

Il comparto, comunque, rimane in buona salute. Il valore totale dell’esportazione high tech – che conta per il 29% dell’esportazione complessiva americana sebbene l’industria rappresenti solo il 5% dei lavoratori USA – ha toccato l’anno scorso $223 miliardi, in aumento del 92% dal 1994.

I venture capitalist hanno versato nel 2000 nelle casse delle societa’ high tech ben $89,7 miliardi contro i $46,5 miliardi del 1999.