HI-TECH E COPYRIGHT: SUMMIT NELLA SILICON VALLEY

14 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Washington, 14 giu – Protezione del copyright e pubblicità: saranno questi i principali temi dibattuti dai leader delle aziende tecnologiche Usa che incontreranno i top executive dei maggiori gruppi dei media. Il summit avrà luogo nella Silicon Valley; faranno gli onori di casa, a turno, Google, Yahoo e Sun Microsystems, che accoglieranno gli esponenti del Paley Center for Media, un’organizzazione che riunisce i leader internazionali della comunicazione e dell’intrattenimento. In tutto, 80 membri high-profile, tra cui il ceo della Cbs Leslie Moonves, quello della Emi Music Roger Faxon e il presidente della Warner Bros Television, Bruce Rosenblum. Le due industrie si trovano a un punto di collisione ma vogliono a tutti i costi trovare un modo per riconciliarsi. Perché se il Web ha portato a un pubblico vastissimo la musica e i film dei grandi produttori, li minaccia anche con la pirateria. “Dobbiamo trovare un modo per lavorare insieme – dice Pat Mitchell, ceo del Paley Center -. Penso che ciascuno verrà al summit non solo con un atteggiamento aperto ma anche con un business plan adeguato”. Le grandi questioni al centro dell’attenzione saranno: la protezione del diritto d’autore, la pubblicità e i nuovi modelli di business nell’era digitale. Gli esperti non prevedono nessun “trattato di pace” dall’incontro della Silicon Valley, nessuna causa verrà abbandonata, nessuna alleanza siglata, ma potrebbe aprirsi la strada per nuove cooperazioni tra le due industrie in conflitto. “Non cercheremo di firmare accordi – dice Elliot Schrage, vice presidente della comunicazione globale di Google -. Vogliamo capire che cosa fanno gli altri e far capire loro che cosa facciamo noi come azienda tecnologica”.