Henkel chiude 2009 con risultati oltre stime, outlook 2010 positivo

25 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nell’esercizio 2009 Henkel ha conseguito un fatturato di 13.573 milioni di euro. In una situazione di mercato complessivamente difficile, spiega la società in una nota, questo risultato presenta una flessione del 3,9% rispetto all’esercizio precedente. Il risultato operativo (EBIT) è aumentato del 38,6%, passando da 779 milioni di euro a 1.080 milioni di euro. Il valore di riferimento dell’esercizio precedente è stato penalizzato dalle spese di ristrutturazione insorte in concomitanza con il programma per l’incremento dell’efficienza “Global Excellence. L’utile sul fatturato (margine EBIT) è stato dell’8,0% mentre l’utile sul fatturato depurato è sceso leggermente, passando dal 10,3% al 10,0%, a causa della contrazione del margine riscontrata nel settore Adesivi e Tecnologie. Il risultato finanziario è slittato a -195 milioni di euro. Il dato dello scorso anno ri comprendeva ancora gli utili provenienti dalla cessione della partecipazione Ecolab, pari a 1.042 milioni di euro. Grazie all’incremento del cash flow e alla rinuncia ad acquisizioni ingenti, è stato possibile ridurre l’indebitamento netto di 1,0 miliardi di euro rispetto all’esercizio precedente, scendendo a 2,8 miliardi di euro. L’abbattimento del debito ha contribuito in modo essenziale, insieme all’abbassamento del livello degli interessi, al miglioramento dell’utile da interessi. La quota d’imposta, pari al 29,0%, si è collocata sopra i valori dello scorso anno. A causa degli utili provenienti dalla cessione della partecipazione Ecolab dell’anno precedente, l’utile di esercizio è sceso di 605 milioni di euro, totalizzando 628 milioni di euro. Per l’esercizio in corso Henkel prevede un risultato decisamente migliore. Stando alle valutazioni aziendali, la ripresa dell’economia reale e dei mercati finanziari è tuttora fragile. Henkel ritiene comunque che la crescita organica del fatturato – dunque depurata dagli effetti di cambio e dalle acquisizioni/cessioni – risulterà superiore rispetto all’andamento dei mercati rilevanti per Henkel. “Il 2009 si è rivelato complessivamente sia per Henkel, sia per l’economia mondiale, un anno impegnativo. Tuttavia l’Azienda ha registrato buoni progressi verso il raggiungimento degli obiettivi finanziari fissati per il 2012, come dimostrato anche dall’eccezionale risultato conseguito nel quarto trimestre del 2009”, ha affermato Kasper Rorsted, Presidente del Comitato Direttivo di Henkel. “Le divisioni Detergenza e Cosmetica/Igiene personale hanno ampliato le proprie quote di mercato con ulteriore incremento della profittabilità. Nell’arco dell’anno il nostro business Adesivi e Tecnologie si è nettamente ripreso dagli effetti della crisi.” Rorsted ha proseguito: “Questi risultati vanno ricondotti anche alle misure di adeguamento delle strutture e alle politiche di contenimento dei costi. Abbiamo dimostrato di essere in grado di agire con rapidità e determinazione anche in condizioni di mercato difficili. Un contributo essenziale a questo risultato è stato dato ancora una volta anche dai nostri marchi di punta. Con il nostro nuovo marchio Syoss, ad esempio, abbiamo ottenuto il lancio di maggior successo in Europa per quanto concerne i prodotti per la cura dei capelli. In questo esercizio, abbiamo creato ottimi presupposti per migliorare sensibilmente i nostri risultati in futuro.”