GREGGIO: PICCO A $200 NEI PROSSIMI DUE ANNI

6 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il petrolio può arrivare fino a 200 dollari al barile nei prossimi due anni come conseguenza del cosiddetto “super-spike”, ovvero la bassa crescita nelle forniture di petrolio. E’ quanto sostiene la banca d’investimento Goldman Sachs in uno studio.


“Riteniamo che l’attuale crisi energetica possa arrivare a un culmine poiché sta diventando chiara la mancanza di un’adeguata crescita delle forniture”, spiega Goldman nello studio. Il petrolio ha toccato un nuovo record a 121 dollari al barile proprio oggi, proseguendo nella salita che ha visto raddoppiare il prezzo negli ultimi dodici mesi.


“La possibiilità di vedere il petrolio intorno a 150-200 dollari al barile sembra sempre più possibile nei prossimi 6-24 mesi, anche se predire quale sarà il picco del prezzo del petrolio, così come la durata di questo ciclo, resta una delle principali incertezze”, dice Goldman.


La teoria del “super-spike” evidenzia come la mancanza di un’adeguata crescita delle forniture, insieme alla salita della domanda, porterà a un continuo e drammatico incremento dei prezzi del petrolio che avrà come conseguenza finale una forte correzione nella richiesta di petrolio.