GREENSPAN: I COMMENTI DEGLI ECONOMISTI

18 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Alan Greenspan ha detto davanti al congresso USA che l’economia americana potrebbe rimanere debole e la soluzione potrebbe essere un nuovo taglio ai tassi d’interesse.

“Quello di cui il mercato ha bisogno sono notizie economiche positive e Greenspan ha suggerito che il miglioramento non si sta verificando. Non ha pero’ nemmeno detto che la situazione e’ cosi’ negativa”, ha commentato Tony Dwyer, capo della strategia di mercato di Kirlin Securities.

“Il problema e’ nel mercato stesso – ha aggiunto Dwyer – non ci sono acquirenti ed interessi ad attrarli”.

Secondo David Roberts, economista di Bank of America Securities, “non ci sono notizie sensazionali. Greenspan ha posto l’accento sul fatto che la ripresa non sia in atto e sul rischio del rallentamento economico globale, quindi l’idea di un nuovo taglio dei tassi per il mese di agosto e’ ancora in gioco”.

Alcuni economisti pero’ temono che l’aggressivo intervento di riduzioni ai tassi messo in atto quest’anno dalla Fed possa creare un aumento inflazionistico e il rialzo dello 0,2% dell’indice dei prezzi al consumo reso noti oggi – contro le aspettative di crescita dello 0,1% – e’ stato interpretato da alcuni come un segnale d’allarme.

“Questo rapporto riflette i nostri timori che i prezzi non stiano scendendo abbastanza rapidamente, quindi l’ottimismo di Greenspan potrebbe essere rivisto presto”, ha commentato Ian Shepherdson, capo economista di High Frequency Economics.

“Non c’e’ da preoccuparsi – ha pero’ sottolineato Kurt Karl, capo economista di Swiss Re – queste sono notizie tollerabili per l’inflazione; nei prossimi mesi infatti si dovrebebro notare ulteriori benefici derivanti dal calo dei prezzi energetici”.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


USA: LE REAZIONI ALLA RELAZIONE DI GREENSPAN

GREENSPAN: INFLUENZA NEGATIVA DAL GIAPPONE

ECONOMIA USA: OCCHI PUNTATI SU GREENSPAN

GREENSPAN: EFFETTO TAGLI VISIBILE NEL 2002