Green economy: al via collaborazione tra Assolombarda e Consolato USA

29 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Scambio di informazioni sulle strategie e sulle policy ambientali ed energetiche fra i due Paesi; individuazione di aree e settori che possono beneficiare di incentivi e finanziamenti per lo sviluppo di tecnologie, servizi e prodotti ambientali ed energetici; promozione di incontri, missioni commerciali e collaborazioni tra le imprese italiane e statunitensi. Sono questi i punti salienti dell’Accordo firmato da Alberto Meomartini, Presidente di Assolombarda e da Carol Perez, Console Generale Americano a Milano, in occasione di un incontro tenutosi in Assolombarda per presentare alle imprese milanesi le opportunità legate alle nuove politiche sulla green economy dell’Amministrazione Obama che ha stanziato 80 miliardi di dollari per investimenti in energia pulita, che si aggiungono agli investimenti già previsti dai programmi dell’EPA (Environmental Protection Agency) per progetti di tutela dell’ambiente. “E’ il primo accordo di questa natura che il Consolato firma con una Associazione di imprenditori”, ha detto il Console Generale Carol Perez, “a dimostrazione della volontà di attivare sinergie su temi particolarmente innovativi e strategici”. “Oggi l’economia verde”, ha sostenuto il Presidente di Assolombarda Alberto Meomartini, “sta diventando un’indiscussa realtà ed è quella che ha il tasso di crescita più veloce e sulla quale tutti i governi dei Paesi più sviluppati stanno investendo con maggior convinzione. Assolombarda da tempo sottolinea che Milano e il suo territorio in questo ambito possono essere un vero e proprio centro di eccellenza, rappresentando un punto di riferimento a livello nazionale ed europeo, anche in relazione alle opportunità che potranno svilupparsi con Expo 2015. Le aziende milanesi che si stanno muovendo in questi settori”, ha aggiunto Meomartini, “potranno cogliere, quindi, ulteriori opportunità grazie alla collaborazione con gli uffici del Consolato Americano a Milano”.