GRECIA: VERSO MISURE AGGIUNTIVE ANTI-DEFICIT PER 4,8 MLD EURO

3 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il premier greco George Papandreou ha aperto stamani il consiglio del ministri straordinario che dovrà decidere nuove misure di austerità fiscale e salariale per riportare in linea i conti di Atene. Fonti vicine all’esecutivo parlano di manovre aggiuntive anti-deficit per un valore di 4,8 miliardi di euro.

Secondo le fonti meta’ delle nuove misure riguarderanno tagli alla spesa e un altro 50% incrementi fiscali. Tra le misure adottate e’ previsto un incremento del 2% dell’Iva, che passa al 21% e un taglio del 30% ai bonus destinati alla pubblica amministrazione.

Ieri sera Papandreou ha definito la situazione delle finanze greche “catastrofica” e ha evocato l’incubo del “fallimento”, annunciando la necessità di misure severe per garantire un calo del deficit al 4% del Pil quest’anno.

“Non si può lasciare che il paese affondi, a nessun costo, quali che siano le reazioni, qualunque cosa occorra decidere, anche se la decisione che va presa è difficile” ha detto il premier, che si è impegnato a prendere “ogni decisione necessaria per evitare il peggio, per salvare l’economia e l’indipendenza” del paese.

Dopo il consiglio dei ministri Papandreou incontrerà il capo dello Stato Carolos Papoulias e le parti sociali, i due grandi sindacati, Gsee per il settore privato e Adedy per il pubblico, oltre alla Confindustria greca Sev.

Secondo la catena tv pubblica Net, il governo deciderà il taglio della tredicesima e della quattordicesima per i dipendenti pubblici e nuove misure fiscali, quali l’aumento dell’Iva, nuove tasse su alcolici, tabacco, carburanti e sui beni indicatori di ricchezza. I sindacati hanno già promesso manifestazioni e scioperi.

Intanto si apprende che Papandreou incontrera’ domenica a Parigi il presidente francese Nicolas Sarkozy, dopo aver visto venerdi’ a Berlino il cancelliere tedesco, Angela Merkel. Lo rende noto l’ufficio di presidenza greco. Il prossimo 9 marzo Papandreou ha in agenda un vertice anche col presidente Usa, Barack Obama.