Grecia: Van Rompuy e Barroso illustrano decisioni dell’UE

11 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Dal vertice dell’Unione Europa tenutosi quest’oggi in maniera informale a Bruxelles, per discutere sui problemi del debito della Grecia non sembra essere uscita alcuna nessuna soluzione finanziaria, ma piuttosto un impegno politico. Dopo il summit Herman Van Rompuy, presidente dell’UE e Jose’ Manuel Durao Barroso, presidente della Commissione europea hanno tenuto una breve conferenza stampa illustrando le strade che sono state intraprese per tentare di superare questo momento di difficolta del Paese Ellenico. I Paesi dell’UE si sono trovati d’accordo all’unanimità per un’accordo di carattere politico e finanziario. Herman Van Rompuy ha sottolineato come ci sia impeganti nella “doppia strada della responsabilità e della solidarietà.” Responsabilità da parte della Grecia cui la UE chiede sforzi addizionali per ridurre il suo deficit del 4% entro il 2010 e di solidarietà dell’UE a sostenere il Governo di Atene qualora ce ne fosse bisogno. Barroso ha tenuto a sottolineare come questo sia stato un incontro informale mentre la decisione definitiva con gli strumenti ad hoc da adottare spetta ai ministri delle finanze dei Paesi. “Abbiamo fiducia nella Grecia e nell’Eurozona ha detto Barroso,” sottolineando come “il Governo Greco non ha chiesto nessun sostegno.”