Grecia: rischio default al 98%

13 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – La Grecia ha il 98% delle possibilita’ di testimoniare nei prossimi cinque anni uno storico default del proprio debito sovrano.

Mentre il primo ministro George Papandreou non riesce a rassicurare gli investitori sulla capacita’ del suo paese di sopravvivere alla crisi dell’area euro, i rendimenti dei titoli di stato ellenici schizzano a nuovi record.

“Tutti stanno prezzando un default nel breve termine e io penso che sara’ un evento difficile”, dice a Bloomberg Peter Tchir, fondatore del fondo hedge TF Market Advisors. “Ovviamente questo piano di austerita’ cosi’ com’e’ non funziona”.

Secondo i Cds, ora servono $5,8 milioni subito e $100.000 l’anno per assicurarsi contro un default di $10 milioni di debito greco per cinque anni. Il 9 settembre ce ne volevano $5,5 milioni in anticipo.

Il mercato obbligazionario intanto e’ allo sbando. Il rendimento sul due anni ha superato il 70%, mentre quello sul decennale sale di 200 punti base al 24%. Insomma, un’altra giornata come tante per un paese dell’area periferica dell’euro.