Grecia: per 2/3 dei clienti di Citi fuori dall’euro entro il prossimo anno

30 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Grecia fuori dall’euro? Si per il 62% dei clienti di Citi che hanno risposto alla domanda: When do you expect Greece to leave the Euro? (Quando credi che la Grecia abbandonerà l’euro?).

Nello specifico, il 45% ha detto di credere che Atene lascerà l’Eurozona entro il 2012%, il 17% entro il prossimo anno, mentre il restante 38% ha dichiarato di non credere che verrà abbandonata la moneta unica.

Interessante poi un altro sondaggio condotto da Pew Research (tabella sotto), mette i greci in cima alla lista dei lavoratori più infaticabili. Secondo chi? Gli stessi greci. Contrariamente a una maggiore oggettività negli altri paesi europei, che identificano in un paese terzo (in questo caso la Germania) come il paese dei lavoratori, i greci si autoproclamano leader nella nomenclatura dei veri lavoratori, contrariamente a quanto detto dagli altri cittadini Ue, che li vedono come i più fannulloni. Italiani i più fannulloni, secondo greci e francesi.

L’Italia, a livello di percezione europea, domina la lista come il paese più corrotto, mentre la Germania si conferma come il paese più vantato di tutti: sono tedeschi infatti i lavoratori più instancabili e i più incorruttibili.

[ARTICLEIMAGE] Intanto gli investitori continuano a guardare i vari sondaggi politici in Grecia, sui partiti favoriti per le prossime elezioni di giugno, partiti che decideranno sulle sorti di Atene, con l’euro o senza la moneta unica.