Grecia, Papandreou esclude ristrutturazione debito pubblico

13 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La Grecia non ha bisogno di ristrutturare il suo debito. A sostenerlo il Primo Ministro George Papandreou, nel discorso tenuto alla Fiera internazionale di Salonicco, sottolineando che una misura del genere avrebbe conseguenze disastrose sul paese ellenico. Il premier assicura poi che non verranno applicate politiche extra di austerity a patto che le mosse prestabilite riescano a ridurre efficacemente il deficit. L’obiettivo resta quello di tagliare il debito pubblico di circa il 40% nell’anno, nonostante l’esistenza di problemi contingenti che hanno portato ad un rallentamento della contrazione del deficit. Il premier si è impegnato a sostenere le fasce più deboli e a incentivare gli investimenti. “Stiamo combattendo per la sopravvivenza della Grecia. O vinciamo, o affoghiamo tutti”, ha dichiarato Papandreu.