Grecia non rispetta gli accordi: violazioni su tutti i fronti

16 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Un’altra notizia che conferma come la Grecia non stia rispettando gli accordi presi con le autorità internazionali per poter ricevere nuovi aiuti. Solo per questo motivo la prossima tranche non dovrebbe essere approvata.

Il paese avrebbe assunto 7.000 nuovi dipendenti pubblici nei primi sette mesi del 2011, mentre ad andare in pensione sono stati in 20.000. Ben diversi gli accordi, che prevedevano appena una nuova assunzione per ogni 10 dipendenti uscenti. A riportare il dato sono i media locali, che citano fonti governative.

A completare il quadro, il deficit di bilancio della Grecia dovrebbero raggiungere l’8,1%-8,2% del Pil nel 2011, rispetto a un target inizialmente previsto al 7,4%, secondo stime del ministero delle Finanze e del Fondo Monetario Internazionale. Le previsioni di altri economisti sono comunque più alte, e vedono un valore attorno al 10%.

In aggiunta, con l’economia che dovrebbe subire una contrazione del 5% nel 2011 rispetto a precedenti stime del 3,5%, anche le entrate potrebbero essere viste al ribasso.

Come se non bastasse, dagli ultimi articoli dei media nazionali e’ emerso che la Grecia ha modificato artificialmente il suo deficit nel 2009. La cifra di 15,4% e’ stata volontariamente pompata all’Eurostat, allo scopo di ottenere aiuti da Ue e Fmi. ”