Grecia, ministro Economia accusa Schaeuble: “sei un disonesto”

15 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

Sale la tensione tra Grecia e Germania in merito alle sorti del debito ellenico. In un’intervista al al quotidiano tedesco Die Welt, il ministro greco dell’Economia Dimitri Papadimitriou ha accusato il ministro tedesco della finanza Wolfgang Schaeuble di essere “disonesto” nel voler bloccare le misure di alleggerimento del debito, nonostante il riconoscimento dei passi avanti nelle riforme attuate da Atene.

Su questo fronte oggi l’Eurogruppo e il Fondo monetario internazionale (Fmi) dovrebbero trovare un accordo di compromesso, aprendo così la strada a nuovi prestiti per Atene:  i ministri delle finanze daranno luce verde all’esborso di una nuova tranche di aiuti, necessari per pagare i 7,5 miliardi di prestiti in scadenza a luglio, riconoscendo l’ennesimo sforzo dell’esecutivo ellenico. Difficile invece che arrivino decisioni significative sul fronte del debito, salvo le solite generiche promesse di affrontare più avanti il tema.

Tornando all’intervista di Papadimitriou, quest’ultimo ha sottolineano il cambio di rotta nell’atteggiamento di Schaeuble, che prima ha riconosciuto gli sforzi della Grecia nel raggiungimento dei requisiti per il taglio del debito, ma poi ha cambiato idea.

“Non ho ancora incontrato Schaeuble e non voglio essere scortese, ma il suo comportamento mi sembra disonesto”, ha detto.

Papadimitriou ha dichiarato che la resistenza tedesca all’alleggerimento del debito per la Grecia continua a sollevare domande sui valori e la struttura dell’area dell’euro. Ed è in questo contesto che va letto “il successo dei populisti di destra in Europa”.